martedì 11 febbraio 2014

Lookback. Un video di un minuto basta a dire chi sei?


Goethe diceva “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”. Oggi direbbe “dimmi cosa posti su facebook e ti dirò chi sei”.

Si, perché nell’era di internet, in cui i datori di lavoro cercano informazioni sui candidati nei social network, le mogli gelose cercano prove di tradimento nelle chat, e le relazioni diventano complicate o disimpegnate con un clic, la tua identità è la tua immagine mediatica.

Ma è davvero così?

Le persone hanno una visione parziale di te, e con quella tendono ad identificarti. Già è abbastanza fastidioso nella vita quotidiana, dove persone che non ti hanno mai incontrato prima ti vedono mangiare un’insalata e dicono “ah, ho capito, sei la classica persona sempre a dieta, guai a sgarrare…”. Certo, perché loro non sanno che mezz’ora prima eri all’inaugurazione della pasticceria di un tuo amico e ti sei tuffato nella mignon come la Cagnotto alle Olimpiadi.

L’immagine che presentiamo di noi agli altri è ancora più parziale su internet. Soprattutto su facebook.

Qualche giorno fa Facebook ha compiuto 10 anni. Tanti auguri.
Per festeggiare, ha realizzato un filmato per ogni profilo. Lo avete visto? Certo che lo avete visto. Negli ultimi giorni è stato tutto un condividere e uno spammare in giro per bacheche.

Il video è realizzato partendo dall’immagine profilo con cui vi siete iscritti, proseguendo con alcune foto postate nel periodo iniziale di iscrizione; i post che hanno ricevuto maggior numero di mipiace, e infine le foto che avete condiviso.
Questa dovrebbe essere la sintesi rappresentativa della vostra vita su facebook. In qualche modo, dovrebbe dire qualcosa su chi siete, e su chi sono i vostri amici. Si, perché i post che hanno ricevuto tanti mipiace sono in un certo senso lo specchio della condivisione: i vostri pensieri di maggior successo e le idee che i vostri amici apprezzano maggiormente e che condividono.

Quindi, se la frase più rappresentativa del vostro passaggio sulla Rete è qualcosa tipo “sapete che non è possibile leccarsi i gomiti?” forse dovreste farvi qualche domanda.

Alcune persone sono rimaste molto soddisfatte dal filmato dell’anniversario di facebook, poiché sostengono che abbia effettivamente colto i passaggi salienti del loro percorso. Sono quindi contenti dell’immagine che di loro viene data.

Altri invece, sono rimasti perplessi e ritengono che ne risulti un’immagine fuorviante.
Una mia collega, ad esempio, è venuta fuori come un personaggio da thriller americano ossessionata da Raffaele Morelli.  Del resto, il fatto che tali post avessero ricevuto un gran numero di mipiace, offre un’immagine singolare di tutta una fetta della comunità facebookiana.

Io, in linea di massima, sono abbastanza contenta. È venuto fuori il mio amore amareggiato per Napoli, la mia città, i miei affetti familiari, e il raggiungimento di un bel traguardo professionale.
Quindi, sono soddisfatta della sintesi che facebook ha fatto di me?

No.

Sono soddisfatta di come io ho usato il mezzo facebook negli anni.
Giacchè si può offrire di se solo un’immagine parziale, cerchiamo di farlo al meglio!

E voi, siete contenti del vostro filmato per l’anniversario di facebook?
Cosa vi ha colpito di più?
Qual è l’immagine di voi che ne viene fuori?


-------------------------



Nessun commento:

Posta un commento